Monte Ceva: cammino nei Colli Euganei

Mi piace portarti con me alla scoperta dei miei Colli Euganei, per questo quando scopro un nuovo percorso lo condivido con tutti gli amanti delle camminate nella natura, sia qui sul blog che sulla mia pagina Instagram. Cerco sempre di condividere cammini nei Colli Euganei adatti a tutti, semplici e senza grandi dislivelli, in modo che chiunque possa conoscere luoghi diversi e raggiungerli senza sforzo.

Questa volta voglio farti scoprire il cammino che parte da Turri (frazione di Montegrotto Terme, in provincia di Padova) e che raggiunge il belvedere del Monte Ceva in mezz’ora di camminata tranquilla.

Il Monte Ceva è la cima principale dei Colli Euganei orientali, situato tra Montegrotto Terme e Battaglia Terme, che ci regala un panorama a 360 gradi sui Colli Euganei e sulla pianura circostante a dir poco favoloso. Il mio scopo è quello di farti conoscere un percorso semplice e breve ma ricco di scoperte sia dal punto di vista naturalistico sia dal punto di vista territoriale.

percorso nei colli euganei semplice e adatto a tutti senza grandi dislivelli immerso nella natura
altare per la preghiera in legno come punto di partenza della salita del percorso del monte ceva nei colli euganei
panorama a 360 gradi sui colli euganei e sulla pianura circostante dal monte ceva percorso naturalistico

Trekking sul Monte Ceva

Allora partiamo!

Il punto di partenza è in Via Monte Ceva (Turri) di fronte al Ristorante Belvedere, che si trova superata la curva dopo la Chiesa del Santissimo Rosario di Turri. Questo primo tratto è sterrato e circondato da un filare di siepi che conduce direttamente ad un bivio.

La stradina che sale sul monte a sinistra (dove trovi un piccolo altare in legno per la preghiera) è quella da prendere per cominciare la salita sul Monte Ceva. La salita è semplice e si inoltra nel bosco ricco di specie naturali tipiche dei Colli Euganei.

Qui infatti puoi conoscere il pungitopo, che in primavera (marzo - aprile) germoglia fino a creare i “bruschi” (germogli di pungitopo infatti), una delle primizie molto ricercate dai raccoglitori di erbe spontanee dei Colli Euganei. Puoi incontrare le piante di asparago selvatico, in dialetto veneto “sparasine”, anche queste molto ambite nella cucina tipica. Inoltre puoi trovare distese di aglio orsino selvatico, di ortica e di fico d’India nano.

percorso semplice e adatto a tutti in lieve salita nel colli euganei immerso nella natura
esemplare di ortica incontrata lungo il percorso del monte ceva nei colli euganei
panorama sui colli euganei a 360 gradi alla fine del percorso naturalistico

Il sentiero è unico, quindi seguendo la stradina segnalata si arriva nuovamente ad un bivio, entrambe le vie possono essere percorse per raggiungere due diversi punti panoramici: la strada che va verso destra porta ad un belvedere erboso dal quale, sulla sinistra, si osserva la sommità del Monte Ceva; la strada a sinistra invece porta proprio alla cima del Monte Ceva, con la famosa croce di metallo che si vede anche dalla pianura.

Per arrivare sulla cresta del Monte Ceva dovrai camminare sulla parte rocciosa del Monte, questo non richiede alcuna preparazione fisica, non si tratta di nessuna scalata, ma semplicemente di un cambio di paesaggio. Infatti è proprio qui che il fico d’India nano trova le condizioni ideali per poter crescere.

Una volta arrivat* in cima non puoi far altro che godere del panorama meraviglioso che offre questa zona collinare, apprezzare l’aria buona che puoi respirare a pieni polmoni, consumare il tuo pranzo o bere un caffè che puoi portarti in un thermos.

sulla cima del monte ceva si ha un panorama meraviglioso da ammirare sui colli e sulla pianura circostante
lungo il percorso ci sono dei punti panoramici da cui ammirare i colli e apprezzare l'aria buona da respirare a piani polmoni
Monte Ceva: cammino nei Colli Euganei adatto a tutti. Panorama a 360 gradi sui Colli Euganei, con la possibilità di arrivare alla croce di metallo.

Quello che più mi è piaciuto di questo breve cammino nei Colli Euganei è proprio la grande conoscenza del territorio che mi ha trasmesso, oltre alla consapevolezza acquisita conoscendo alcune delle specie naturali tipiche della mia zona. In questa occasione ci tengo però a dire che la raccolta della flora spontanea commestibile è regolamentata dall’Ente del Parco Regionale dei Colli Euganei: alcune di loro sono specie protette, bisogna sempre fare attenzione a questo tipo di leggi, potrebbero fioccare multe salate quando passano i controlli!

La mia premura è quella di non rovinare l’ecosistema Colli, anzi di sfruttarlo ma sempre con coscienza e rispetto della natura, del territorio, della terra vera e propria.

Per il ritorno puoi percorrere il cammino a ritroso oppure puoi proseguire sul versante opposto verso il Montenuovo in direzione del Castello del Catajo (che io non ho percorso, se dovessi percorrerlo completerò l’articolo con le nuove informazioni).

Ci tengo a precisare che esistono altri percorsi per raggiungere la sommità del Monte Ceva che, però, richiedono una preparazione fisica diversa. Inoltre il Monte Ceva è una delle alture appartenente al percorso "Ferro di cavallo" numero 15, con partenza da Battaglia Terme.

Buon cammino e non dimenticarti di scrivermi per qualsiasi altra informazione!