Il Sentiero dei Grandi Alberi a Recoaro fino al Rifugio Cesare Battisti

E’ fondamentale per me sfruttare le mie domeniche libere per andare in montagna a passeggiare o a fare dei piccoli trekking, per riconnettermi con il mio habitat naturale, il bosco e tutti i suoi profumi.

Mi piace trascorrere del tempo in mezzo ai boschi in qualsiasi stagione, che sia con gli scarponi da trekking, con le ciaspole o addirittura con gli sci, adoro camminare e respirare in luoghi carichi di energia ad ascoltare il silenzio degli alberi. Per questo motivo ti suggerisco una camminata a Recoaro Mille (un pianoro sopra a Recoaro Terme) fino al Rifugio Cesare Battisti, lungo il Sentiero dei Grandi Alberi.

sentiero dei grandi alberi a recoaro mille durante il foliage in autunno
sentiero dei grandi alberi ben segnalato con partenza dalla trattoria la gabiola
case asnicar lungo il sentiero dei grandi alberi a recoaro mille

Ci troviamo in Veneto in provincia di Vicenza, precisamente a Recoaro Mille, località che si trova a circa 1000 metri slm e che si collega a Recoaro Terme tramite una cabinovia. Il territorio è quello delle Prealpi Vicentine con vista sulle Piccole Dolomiti, qui in inverno sono presenti sette piste da sci da discesa e un anello per lo sci di fondo di circa 25 km.

In questa zona sono presenti numerose camminate da effettuare nelle diverse stagioni, ma la stagione più suggestiva per ammirare il Sentiero dei Grandi Alberi è quella autunnale: gli alberi si colorano di tinte vive e magiche, giallo, rosso, sfumature infinite di arancione e marrone. Uno dei migliori foliage a cui assistere in Veneto.

sentiero dei grandi alberi ben segnalato lungo il percorso fino al rifugio cesare battisti
panorama sul gruppo del carega nelle prealpi vicentine con vista sulle piccole dolomiti
colori del foliage nel sentiero dei grandi alberi a recoaro mille in provincia di vicenza

Il Sentiero dei Grandi Alberi a Recoaro Mille

Il punto di partenza per il Sentiero dei Grandi Alberi è Recoaro Mille, precisamente nei pressi della Seggiovia Recoaro Mille - Monte Falcone, con un tratto del sentiero su strada asfaltata. Noi abbiamo deciso di partire da un po’ più su, dal parcheggio della Trattoria La Gabiola, dove abbiamo lasciato l’auto in un ampio parcheggio gratuito su fondo erboso, in modo da recuperare circa un’ora di cammino.

Partendo dalla seggiovia il tempo totale impiegato è intorno alle cinque ore, invece dal parcheggio della Trattoria La Gabiola ci si impiegano circa tre ore e mezza andata e ritorno (pause escluse).

Tenendo la Trattoria La Gabiola alle proprie spalle si continua a piedi sulla strada asfaltata che va verso su, incontrando Case Asnicar. Da qui si inforca la strada sterrata che va verso sinistra, come segnalato dai cartelli di legno posti all’inizio della via. Non preoccuparti perchè l’intero percorso è ben segnalato da cartelli che indicano la direzione da seguire per il Sentiero dei Grandi Alberi e per il Rifugio Cesare Battisti alla Gazza.

Il Sentiero dei Grandi Alberi si snoda sull’Altopiano delle Montagnole, dolci pascoli verdi, grandi faggi, tigli e sorbi montani, ma anche deliziose malghe sparse qua e là intervallate da piccoli boschetti, da raggiungere a piedi in un’atmosfera di estrema pace e silenzio. Anche per questo motivo ti consiglio (come sempre) di cominciare la tua camminata la mattina presto: la luce che illumina questi prati e che si incastra tra le foglie dai mille colori è qualcosa di magico, che solo il periodo del foliage può regalare.

deliziose malghe soarse qua e là intervallate da piccoli boschetti
vista panoramica dal rifugio cesare battisti alla Gazza della sezione cai valdagno
sentiero dei grandi alberi tra grandi faggi, sorbi montani e tigli nel periodo del foliage

La prima malga che incontrerai sarà Malga Ofra o Malga Morando, dove si possono acquistare prodotti e formaggi locali, ma anche consumare un pranzo casereccio. Si prosegue poi fino a Malga Podeme e Malga Raute, per poi incontrare la malghetta che più mi è piaciuta, Malga Pace. Alla fine incontrerai Malga Rove Alta che, come tutte le altre, sono chiuse e senza possibilità di accedervi.

Oltrepassata quest'ultima malga si arriva ad un bivio: noi abbiamo trovate alcuni cartelli che ci invitavano a seguire il sentiero che scende perchè quello che si snoda più in alto ha subito alcuni franamenti della roccia, che rendono impossibile il passaggio in sicurezza. Da questo momento in poi ci si immerge in un boschetto pieno di alberi dai bellissimi colori e si cammina su un letto di foglie scricchiolanti. Quanto amo le belle giornate d’autunno!

Per raggiungere il Rifugio Cesare Battisti dovrai camminare per cinque minuti su strada asfaltata in salita, ma nulla di difficile, appena arriverai potrai godere del panorama e di un ottima tazza di te caldo.

Il Rifugio Cesare Battisti alla Gazza si trova a 1265 metri slm, ai piedi del Gruppo del Carega sul Passo della Lora ed è di proprietà della Sezione CAI di Valdagno. Si può consumare il proprio pranzo al sacco su alcuni tavoli esterni, oppure scegliere qualcosa dal menù da consumare sia all’interno (solo con Green Pass) oppure all’esterno. Noi abbiamo preso due panini al formaggio, una fetta di torta della nonna e una tisana calda per riscaldarci.

panino col formaggio al rigufio cesare battisti alla gazza a recoaro mille
rifugio cesare battisti alla gazza della sezione cai valdagno a recoaro mille
torta della nonna al rifugio cesare battisti alla gazza a recoaro mille

Per il ritorno abbiamo percorso il Sentiero dei Grandi Alberi a ritroso.

Se ti è piaciuto questo articolo ti invito a scoprire le altre camminate, i trekking e i sentieri che ho consigliato tra il Veneto e il Trentino Alto Adige. Se invece non vuoi perderti tutti i miei giretti seguimi su Instagram e scrivimi per qualsiasi informazione.

Buon cammino!